Uisp

UISP: BUONA LA PRIMA

Postato il

I Vikings Vergiate partono con una vittoria l’avventura in Easy, i ragazzi di Barbarossa superano il Basket Pub Cassano, alla prima storica gara in Uisp, per 86-78. Match vivace e piacevole, primo quarto intenso ed equilibrato in cui i vergiatesi trovano canestri importanti dal perimetro, con 4 triple realizzate rispettivamente da Alessio Monticelli, Ciceri, Menzago e Toninelli, la squadra di capitan Saporiti è incisiva sotto le plance. 24-20 per Vergiate al 12′. Secondo periodo anch’esso equilibrato e a livello offensivo positivo, le due squadre segnano con buona continuità, 25-23 il parziale di questo scorcio di match con Toninelli che mostra efficacia per i Vikings, per Cassano è Paggiaro a far la voce grossa con 10 punti. All’intervallo lungo i bianchi di casa conducono 49-43. Strappo decisivo nel terzo quarto, i Vikings superano la doppia cifra di vantaggio, in un quarto meno spumeggiante ma concreto da parte dei locali, che concedono solo 10 punti al Basket Pub, a segno con soli 3 canestri dal campo. Per Vergiate sale in cattedra Ciceri e il divario fra le due squadre è di 14 punti a 12 minuti dalla sirena finale. Ultimo periodo volitivo e brillante per Cassano, Baldini e Rossini sono i trascinatori offensivi, ma i Vikings reggono e conquistano una meritata vittoria per 86-78.

Diego Bonometti

Annunci

UISP: 2-0 per il Sacro Monte

Postato il

Il Sacro Monte passa il turno, ribadendo la vittoria dell’andata. A Vergiate i Vikings sono sconfitti 66-89 dai biancorossi di Giroldi, ora pronti ad affrontare l’ostico Albizzate negli ottavi. Chiude qui la stagione il team di Barbarossa. Varesini davvero profondi con tante frecce al loro arco, pronti via e gli ospiti si scatenano con Pacini, Conti e capitan Usuelli, pronti nel dare subito uno strappo importante, Vergiate inizialmente tiene con le triple di Bongiovanni e le due di Davide Corniani, ma il trio biancorosso continua ad essere molto ispirato e la forbice fra le due squadre diventa abbastanza evidente, sul 16-29 del 12′. Secondo quarto positivo da parte dei biancoblù di casa, i punti di Stefano Macchi, 11 punti per il numero 10 vergiatese nel 2 quarto, tengono in partita i locali, che rientrano sul 40-49 di metà gara, Sacro Monte sempre avanti comunque con ben 8 giocatori a referto in questa fase. Terzo quarto meno spumeggiante a livello offensivo, la concretezza e la solidità dei varesini esce fuori con Bianchi, Losi e Usuelli protagonisti nel secondo break, che chiude il match con 12 minuti di anticipo. 49-68 al 36′ e oltre la qualificazione, mai realmente in discussione, anche la sfida secca è decisa in favore dei biancorossi. Finale equilibrato, Macchi ne mette altri 11 per i Vikings, ed è l’ultimo ad arrendersi, in compagnia di un Farroni incisivo, sul fronte sacromontino sono Porzio e Squizzato a mettersi in mostra nei minuti conclusivi della sfida. Finisce 66-89.

– Diego Bonometti

UISP: Sacro Monte vince gara uno

Postato il

Nell’andata dei sedicesimi di finale il Sacro Monte Varese supera i Vikings Vergiate per 101-87, al termine di una sfida molto intensa, vivace e con un clima tipicamente da playoff. 48 minuti ricchi di emozioni, le due squadre si affrontano a viso aperto e con tantissimi punti, alla fine prevale la maggior fisicità dei biancorossi di coach Giroldi, che conquistano un bottino di margine interessante, con un ultimo periodo che li porta dal +6 al +14 conclusivo. Primo periodo equilibratissimo, con Nicolò Conti subito importante ed incisivo in casa sacromontina, con 8 punti messi a segno dal numero 7 di casa, Vergiate è viva e risponde coi tiri dall’arco di Ferrario, Toninelli e Pozzi. 23 pari al 12′. Nel secondo periodo sono sempre gli attacchi a farla da padrone, oltre al solito Conti, nei varesini salgono in cattedra Losi e Pacini, che contribuiscono attivamente al piccolo mini break costruito dai locali, sopra 50-45 alla pausa lunga, malgrado un ottimo Corniani in casa vergiatese. Terzo quarto simile alla prima parte di gara, emozioni, canestri e brillantezza sono caratteristiche visibili, Macchi infila 12 punti per i biancoblù di Barbarossa, che tengono nel mirino i padroni di casa, sospinti dalle solite iniziative convincenti di Conti e Losi. Al 36′ il punteggio dice 75-69 per i biancorossi. Ultimo quarto favorevole ai locali, che ampliano la forbice di vantaggio, fattore che potrebbe essere decisivo nell’arco della doppia sfida, il trio delle meraviglie Losi, Conti e Pacini continuano a produrre canestri con una certa frequenza e Vergiate, pur lottando con ardore, cede leggermente nonostante i punti di Simone Gusella e Davide Corniani. Sacro Monte allunga e supera quota 100 con Losi che varca per i suoi la fatidica soglia. Suona la sirena coi varesini vincitori per 101-87.

-Diego Bonometti

UISP: Poca determinazione

Postato il

Vergiate Vikings 51 – Pall. Borgo Ticino 77

(15-8, 23-36, 41-61)

Vergiate Vikings: Gusella 13, Besozzi, Monticelli 10, Sacrestano 9, Bongiovanni 16, Sormani, D’Errico, Toninelli 3, Farroni.
Pall. Borgo Ticino: Bertalli 11, Surace 4, Caramia 7, Gallo 4, Innocenti 4, Mori 20, Nichele, Briacca 11, Luini 16.

Partita non facile quella che attendeva la Uisp di coach Barbarossa. I presupposti per rimanere in gara dati dal primo quarto si sciolgono come neve al sole a partire dalla seconda frazione, Borgo Ticino ringrazia e chiude in scioltezza sui Vikings.

Inizio tutt’altro che brillante da parte di entrambe le squadre, dal quinto minuto Vergiate si sblocca e cerca l’allungo, 15-8 dopo i primi 12′. Nel secondo periodo i Vikings non riescono a reagire all’intensità degli Spaccalegna, capaci di allungare sensibilmente sino al 23-36. Nel secondo tempo Vergiate nemmeno ci prova, concludendo sul 51-77 una partita opaca.

UISP: Il punto sulla stagione

Postato il Aggiornato il

Si sta per chiudere la regular season e dopo un inizio difficile i Vikings hanno trovato un positivo girone di ritorno che li ha portati alla qualificazione per i playoffs. Le ultime uscite non sono state brillantissime, siamo reduci da una sconfitta che poteva proiettarci verso il nono posto contro Castellanza, ma il Sacro Cuore ha saputo imporsi mettendo in ghiaccio la propria posizione. Adesso ci sarà il week end libero per le vacanze di pasqua, poi mercoledì sera si scenderà in campo a Cimbro per sfidare Borgo Ticino, un ottimo test per i playoff, che saranno sicuramente una dura battaglia, anche considerando il piazzamento con cui accederemo.

Classifica: Sesto Calende 50, Borsano 42, Cavaria 40, Borgo Ticino 34, Somma 32, Albizzate 30, Fagnano 30, Varano 26, Castellanza 24, Vergiate 19, Marano 16, Siderea Basket 16, Solbiate 10, Busto 4, Ghemme 2.

UISP: Il Derby è dei Vikings

Postato il Aggiornato il

I Vikings Vergiate tornano a vincere, dopo 2 stop consecutivi, superando in via Volta il Varano per 93-82. Vittoria importante per i vergiatesi, che raggiungono gli ospiti al nono posto a quota 20 e ribaltano il -3 dell’andata. Hurrà meritato della squadra di Alberto Barbarossa, spinta dai 27 punti di Andrea Bongiovanni, top scorer incontrastato dei biancoblù di casa. Non bastano i 21 punti di Olivo e i 19 di Serina per la squadra di Barberis. Buon primo quarto dei padroni di casa, che trovano buone soluzioni offensive alternando tiri dall’arco con soluzioni più vicine all’area pitturata, Varano prova a rispondere con energia ma nei primi 12 minuti il vantaggio di Vergiate è solido e continuo. 27-19 al 12′ per i locali, privi di Simone Gusella. Nel secondo quarto Varano è maggiormente intensa e viva, la sfida si fa decisamente più equilibrata e comunque resta piacevole, Vergiate mantiene sempre il comando delle operazioni, malgrado qualche forzatura di troppo al tiro, sul 49-40 del 24′. Nel terzo quarto Vergiate prova a dare lo scossone decisivo al match, segna parecchio, con numerosi interpreti, a partire da Bongiovanni, seguito da Toninelli e Ferrario per concludersi con 5 punti finali di Besozzi, nei varanesi sono ben 8 i giocatori a referto in questa fase della partita, ma è la difesa il tallone d’achille degli ospiti, con ben 30 punti subiti. Finale orgoglioso di Varano, che con caparbietà e grinta recupera una buona parte del proprio svantaggio, arriva in un paio di circostanze a 6 punti di margine, difende con sostanza, ma non va oltre, Vergiate pur faticando nel quarto conclusivo, chiude la pratica con le buone iniziative di Andrea Barbarossa, utile sia in attacco, sia in difesa con 4 rimbalzi e 2 stoppate. Finisce 93-82 per i Vikings, che vincono un derby molto sentito.

-Diego Bonometti

UISP: Ancora una vittoria

Postato il Aggiornato il

Vergiate continua il suo ottimo periodo di forma, superando la seconda forza del campionato, la Motrix Cavaria di Rotoni, che cede in via Volta per 114-92. Gara pirotecnica e vivacissima, con una squadra di casa che nei due quarti centrali vola grazie ad una prestazione complessiva ad altissimi livelli. Biancorossi senza Passerini, Guietti, Mocchetti e Caruggi, vergiatesi privi di Mattia Toninelli e D’Errico. Primo quarto subito molto produttivo in termini realizzativi, le due squadre trovano una notevole confidenza con il canestro, seppur in maniera diversa, i biancoblù di Barbarossa hanno nel tiro dall’arco un’arma letale, Stefano Macchi ne mette tre nel primo periodo, coadiuvato da Gusella, Verzì si fa sentire con fisicità e punti, per gli ospiti sono tanti i giocatori che si fanno notare, con Lombardi, Scialabba, Merico e Casdia principali realizzatori. Sfida equilibrata e godibile, al 12′ è 28-26 per i Vikings. Secondo quarto di assoluto livello per i locali, che creano il break, frutto di una difesa molto valida ed intensa e di un attacco fluido, pulito e concreto, con le triple di Masiniero, Ferrario, Macchi e Bongiovanni che determinano il fragoroso allungo di Vergiate, a cui Cavaria non riesce a far fronte, 59-35 al 23′ e 0-5 finale ospite con la tripla di Buran che fissa il 59-40 di metà match. Da rimarcare purtroppo l’infortunio occorso ad Allavelli nei biancorossi. Si riparte e Vergiate continua a trovare punti con facilità e continuità, percentuali al tiro altissime dei Vikings, che tirano con il 75% da due e con il 71% da tre, coach Rotoni le prova tutte per fermare i locali, si mette a zona, ma Gusella si scatena con 13 punti, Vergiate in pieno controllo, i biancorossi in attacco sono più che discreti, ma non tengono dietro e i canestri di Lombardi non bastano. Alla terza sirena i padroni di casa volano sull’oceanico 91-61. Quarto periodo molto orgoglioso e grintoso della Motrix, che alza le proprie percentuali dall’arco, con Merico che diventa quasi immarcabile, Vergiate stacca la spina e gli ospiti recuperano metà del gap, arrivando in alcune circostanze sul -13,  ma ormai è troppo tardi e le triple (ben 18 alla fine per i Vikings) di Sacrestano e Ferrario mandano i titoli di coda al match. Finisce 114-92 per Vergiate, che continua la sua forte ascesa, settima vittoria in 9 gare nel 2017.

Diego Bonometti