SERIE D: UN PRIMO QUARTO DA INCUBO

Postato il

Un pessimo avvio costa carissimo a Vergiate, che in quel di Fagnano è costretta a cedere con il punteggio di 83 a 65 alla Virtus, chiudendo l’anno solare con tanti punti interrogativi, ma anche con una grande voglia di ripartire, confermando gli ottimi spunti avuti nelle due vittorie e nelle prime fasi del campionato.

Partita compromessa dal parziale del primo periodo, un impetuoso 32 a 12 che parla da solo: difesa morbida e attacco molto impreciso sono i due elementi che lanciano la fuga della Virtus, più volte bloccata da una comunque coriacea Vergiata, arrivata al match con rotazioni a ranghi ridotti a causa dei numerosissimi infortuni. I Vikings, come detto, più volte rimontano e rientrano a 9/11 punti di distanza da Fagnano, ma in tutte le occasioni manca il guizzo per riaprire veramente il match, finisce 83 a 65 per la Virtus, che condanna Vergiate a chiudere l’anno solare all’ultimo posto nel campionato.

Annunci

SERIE D: ANCORA UN KO

Postato il

Nuovo match, solito trend. Vergiate parte con il piglio giusto, allenta la pressione nel secondo periodo, lascia scappare Legnano e poi non completa la rimonta nel forcing finale, che premia 60 a 67 gli ospiti.

Ottimo avvio di partita per Vergiate, che muove con fluidità la palla e trova buoni tiri andando sul +5 al primo mini intervallo, 22 a 17 il punteggio. Nel secondo periodo i biancoblu calano d’intensità in difesa, ma soprattutto non trovano le soluzioni migliori in avanti, iniziando a preferire le giocate individuali alla circolazione del primo quarto. Legnano ne approfitta prendendo le redini del match, con Vergiate in affanno “salvata” dalla pausa lunga. Dopo l’intervallo l’inerzia sorride ancora ai milanesi, che allungano. I Vikings nel finale cercano l’ennesima rimonta stagionale, ma si devono arrendere alle cattive percentuali al tiro, soprattutto dall’arco, e alla poca lucidità delle fasi centrali del match, finisce 60 a 67.

Ora una settimana di allenamenti prima di ritornare nella palestra di via Volta per il terzo match consecutivo in casa, con l’obiettivo di giocare con continuità per 40’ e strappare il primo referto rosa casalingo, non mancate!

Pall. Vergiate Vikings – Basket Legnano 91 60 – 67

(22-17, 31-36, 43-52)

Pall. Vergiate Vikings: Corniani 1, Pizzamiglio 20, Castiglioni 4, Macchi 4, Milione 9, Santaterra, Marotto ne, Moretti 5, Drago 2, Colombo 15, Pozzi ne. All. Barbarossa
Basket Legnano 91: Rondena 24, Marusic 7, Ferrario 5, Pastore 0, Kapedani 16, Tagliabue 2, Vitali 4, Garavaglia 0, Gegra 11, Leotta 0. All.  Ferrara

 

SERIE D: IL TABU’ DEL FATTORE CAMPO

Postato il Aggiornato il

Serviva continuità ai Vikings di coach Barbarossa, e il ritorno alla vittoria dopo un lungo digiuno sembrava potesse essere il punto da cui partire; motivazione in più la “tripletta” di match casalinghi a cui Vergiate andava incontro, primo fra questi quello di venerdì, quando nella palestra di Via Volta 9 Malnate è invece riuscita ad imporsi sbloccando il proprio ruolino di marcia lontano dalle mura amiche, 71 a 80 il finale che rimanda l’appuntamento con il successo sul proprio campo a Vergiate almeno di sette giorni.

Vergiate gioca un primo tempo decisamente sottotono, senza mostrare lo stesso atteggiamento avuto a Marnate, positivo soprattutto nella metà campo difensiva. Malnate domina nella lotta a rimbalzo e i Vikings perdono il contatto andando sotto di 13 lunghezze all’intervallo lungo. Nel secondo tempo i ragazzi di coach Barbarossa voltano pagina: Pizzamiglio e compagni inscenano una colossale rimonta, Vergiate arriva sino al -4, con soli due possessi a dividere le squadre. Nel momento decisivo mancano la lucidità e le energie necessarie a chiudere definitivamente il gap, Malnate segna qualche canestro importante e il tabellone luminoso si ferma sul 71 a 80.

Questo venerdì Vergiate andrà a caccia del successo casalingo ospitando Legnano ’91.

SERIE D: SI TORNA ALLA VITTORIA

Postato il

Torna a vincere la serie D di coach Barbrossa, che a Marnate mette in campo – finalmente – una solida prova soprattutto nel finale, riuscendo a portare a casa il risultato e i due punti; 75 a 76 il punteggio all’ultimo suono della sirena.

Partita equilibrata dal primo all’ultimo secondo, con i Vikings sempre più brillanti e organizzati sul campo di gioco; i biancoblu si affidano ad un’alternanza di difese tra uomo e zona che mette in crisi l’offensiva di Marnate, tuttavia Pizzamiglio e compagni faticano ad allungare, complici alcuni errori nella gestione dei possessi. Il finale punto a punto rievoca un “déjà-vu” terribile nella testa dei giocatori, che riescono a combattere il momento negativo rifacendosi proprio nell’aspetto peggiore delle ultime uscite: i tiri liberi e la gestione dei possessi decisivi. Un brillante 9 su 10 dalla linea della carità consegna il secondo successo stagionale ai Vikings, che ritrovano fiducia prima dell’importante match casalingo di venerdì, quando nella palestra di Via Volta Vergiate ospiterà Malnate.

 

US Marnatese Basket – Pall. Vergiate Vikings 75 – 76

(23-27, 42-47, 60-60)

US Marnatese Basket: Bigoni 2, Accoto ne, Rossi 5, Raimondi 0, Borroni 15, Businelli 4, Pavesi 0, Tesone 15, Parietti 21, Colella ne, Blanco ne, Maiocchi 13.  All. Viola

Pall. Vergiate Vikings: Corniani 0, Pizzamiglio 8, Castiglioni 0, Macchi 5, Milione 8, Santaterra 8, Marotto 15, Toninelli ne, Moretti 9, Drago 6, Colombo 17. All. Barbarossa

SERIE D: CHE BEFFA!

Postato il

E’ un vero e proprio “suicido cestistico” quello andato in scena nella palestra di Via Volta 9 a Cimbro. Vergiate, avanti di 8 a 1’02’’ dalla fine, perde la testa e si fa rimontare, chiudendo a -4 sull’82 a 86.

I Vikings di coach Barbarossa giocano una buona partita per circa 37’, dominando in lungo e in largo il match grazie ad ottime scelte offensive (e i 43 punti all’intervallo lo dimostrano), ma anche – finalmente – una buona prova nella metà campo difensiva. I biancoblu toccano anche il +19, ma nel secondo tempo soffrono la zona messa in campo dai giovani del Campus. Poco più di un minuto sul cronometro e Vergiate si trova a +8, dopo il time out di coach Natola gli ospiti arrivano a due possessi di distanza, sul -6. Vergiate appare spaventata dalla situazione, una palla persa manda a -4 il Campus, che grazie alla pressione ruba un altro pallone trovando la tripla del -1. Vergiate riesce finalmente ad arrivare al ferro, il tiro viene però sbagliato e anche sul successivo rimbalzo arriva un errore. Varese va in lunetta e sorpassa Vergiate sull’82 a 83, i Vikings non riescono nemmeno a tirare, e sul successivo fallo sistematico arriva un antisportivo. Finisce 82 a 86 per il Campus. Peccato per Vergiate per i due punti già vinti buttati al vento.

 

Pall. Vergiate Vikings – AS DIL. Campus Varese 82 – 86

(28-16, 43-32, 60-49)

Pall. Vergiate Vikings: Milone 21, Pizzamiglio 16, Colombo 9, Moretti 11, Marotto 8, Castiglioni 7, Santaterra 2, Drago 5, Toninelli 3 Macchi 0, Corniani 0. All. Barbarossa

AS DIL. Campus Varese: Armocida 5, Cadario 35, Crespi 13, Messina 0, Mottini 19, Paloschi 2, Campanale 0, Gianfrate 2, Serafinelli 6, Vanini 0, Baggio 2, Turolla 2. All. Natola

SERIE D: Ancora un referto giallo

Postato il Aggiornato il

 

Nulla da fare per i Vikings di coach Barbarossa, giunti al quinto K.O. consecutivo sul campo di Arluno, 83 a 73 il punteggio finale.

Vergiate resta aggrappata alla partita per tutto l’incontro, dimostrano per l’ennesima volta – se ancora ce ne fosse bisogno – che i biancoblu possono realmente giocarsela con tutte le squadre allo stesso livello. Come sempre nel finale esce la maggior lucidità ed esperienza delle altre, che grazie a qualche possesso affrettato dei nostri ragazzi e un maggior cinismo riescono a strappare il referto rosa.

Per Vergiate ora arriva un match decisamente alla portata, contro il Campus, davanti al nostro pubblico, che contro Venegono era accorso numero sugli spalti. Vi aspettiamo anche venerdì sera, non mancate, palla a due alle 21.15.

 

ASD Basket Club Arlunese – Pall. Vergiate Vikings    83 – 73

(19-14, 39-36, 60-56)

ASD Basket Club Arlunese: Romagnollo 2, Lacchè L. ne, Tiengo 4, Gatti 26, Malabarba 3, Colombini 5, Pomarico 0, Brugnoli 2, Lacchà E. 9, Lacchà C. 11, Montagner 21. All. Cesati

Pall. Vergiate Vikings: Corniani 2, Pizzamiglio 18, Macchi 2, Milione 24, Santaterra 1, Marotto 9, Toninelli 4, Moretti 2, Drago 6, Colombo 5. All. Barbarossa

UISP: BUONA LA PRIMA

Postato il

I Vikings Vergiate partono con una vittoria l’avventura in Easy, i ragazzi di Barbarossa superano il Basket Pub Cassano, alla prima storica gara in Uisp, per 86-78. Match vivace e piacevole, primo quarto intenso ed equilibrato in cui i vergiatesi trovano canestri importanti dal perimetro, con 4 triple realizzate rispettivamente da Alessio Monticelli, Ciceri, Menzago e Toninelli, la squadra di capitan Saporiti è incisiva sotto le plance. 24-20 per Vergiate al 12′. Secondo periodo anch’esso equilibrato e a livello offensivo positivo, le due squadre segnano con buona continuità, 25-23 il parziale di questo scorcio di match con Toninelli che mostra efficacia per i Vikings, per Cassano è Paggiaro a far la voce grossa con 10 punti. All’intervallo lungo i bianchi di casa conducono 49-43. Strappo decisivo nel terzo quarto, i Vikings superano la doppia cifra di vantaggio, in un quarto meno spumeggiante ma concreto da parte dei locali, che concedono solo 10 punti al Basket Pub, a segno con soli 3 canestri dal campo. Per Vergiate sale in cattedra Ciceri e il divario fra le due squadre è di 14 punti a 12 minuti dalla sirena finale. Ultimo periodo volitivo e brillante per Cassano, Baldini e Rossini sono i trascinatori offensivi, ma i Vikings reggono e conquistano una meritata vittoria per 86-78.

Diego Bonometti